Gelate in Puglia, il MIPAAF riconosce lo stato di calamità

Accolta la richiesta della Regione per l’applicazione nei territori danneggiati delle provvidenze del Fondo di solidarietà nazionale

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha riconosciuto il carattere eccezionale delle gelate che hanno colpito tra l’8 e il 10 aprile 2021 una serie di comuni pugliesi, accogliendo la richiesta della Regione Puglia per l’applicazione nei territori danneggiati delle provvidenze del Fondo di solidarietà nazionale.
Il Decreto 9 agosto 2021 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31.08.2021.
Come gruppo ‘ConE’, ci occupammo subito della questione, intervenendo con una Mozione urgente per la richiesta di stato di calamità naturale in risposta alle numerose segnalazioni da parte degli agricoltori che hanno visto compromesse coltivazioni e relative rese produttive.
Ad essere particolarmente danneggiate produzioni di ciliegi, albicocchi, peschi e mandorli, ma anche grano precoce, carciofi, vite e ulivo.

Questi i comuni interessati dal Decreto 9 agosto 2021.
Provincia di Bari – Castellana Grotte, Gioia del Colle, Grumo Appula, Toritto;
Provincia Bat – Canosa di Puglia, Trinitapoli;
Provincia di Foggia – Cerignola, Rignano Garganico, San Giovanni Rotondo;
Provincia di Lecce – Guagnano, Salice Salentino;
Provincia di Taranto – Castellaneta, Ginosa, Grottaglie, Massafra, Palagiano, Palagianello.

Mozione Tupputi – Lopane per la richiesta dello stato di calamità naturale: https://tinyurl.com/ywvvnxs4

Decreto 9 agosto 2021 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31.08.2021: https://tinyurl.com/2j4cvm8h

Commenta il post

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.